Editoriale di Gennaio 2018

Buongiorno, buon anno e ben ritrovati,
vorrei inaugurare il nuovo anno con un appello alle Persone.
La felicità non è uno stato che si trovi fuori di noi, è uno stato che ci appartiene naturalmente e che possiamo coltivare a prescindere da eventi esterni.
Mi chiedo spesso come cambierebbe il mondo, il nostro mondo quotidiano, se avessimo la capacità di vivere costantemente in un equilibrio emotivo appoggiati su uno stato di serena felicità.
E’ un tema su cui stiamo lavorando e sperimentando in diverse persone, un gruppo eterogeneo guidato da Prasad Meharunkar, Italy Country Head di TATA Consultancy Services, Presidente dell’India Business Forum Italy, Goodwill Ambassador UNEDUCH.
In attesa di risultati scientifici e di un protocollo per generare un tale clima in azienda e non solo, posso dare un semplice suggerimento.
Sviluppiamo la passione, coltiviamo un entusiasmo per qualcosa che ci riempia di tale sentimento da riversare nella nostra quotidianità.
Dedichiamoci alla fotografia, compriamo una piccola macchina, analogica o digitale, da portarci sempre dietro e iniziamo a cogliere il bello o l’interessante nel quotidiano.
Oppure armiamoci di matita e moleskine e iniziamo a disegnare, buttiamo giù schizzi di ciò che ci colpisce nell’ordinario.
Pitturiamo, diamoci al bricolage o alla cucina, iscriviamoci a forum e gruppi, insomma cerchiamo e ritroviamo quel sano entusiasmo che ci faceva brillare gli occhi da ragazzini, qualsivoglia attività sia.
Inonderà le nostre vite di una energia nuova, permettendoci di rivisitare la routine con occhi e sentimento nuovi.
Torniamo a vivere e gioire.
E’ il mio più caro augurio a Voi tutti.

Mi auguro spendiate qualche minuto di pausa per curiosare e magari lasciarci un feedback, come ringraziamento potete scaricare un utile e pratico ebook qui.

Grazie, Marco Simontacchi

hi

Tema del mese:
Separazione del Patrimonio Famigliare dal Patrimonio Aziendale
In buona parte dei nostri interventi nelle Aziende verifichiamo che vi è una commistione tra il patrimonio personale dei Titolari e Amministratori e quello aziendale.
E’ una anomalia e cattiva abitudine tutta italiana: che senso ha costituire una società di capitali se poi non vi è una separazione degli ambiti?
Lasciamo aperto il varco nei due sensi in caso di fatti gravi che comportino un’aggressione patrimoniale vanificando anni o generazioni di sacrifici e operosità.
Garantire l’impermeabilità tra i due settori è un compito preciso che richiede accortezza e tempo, l’improvvisazione ci può donare una pericolosa certezza basata sull’illusione, che in caso di necessità ci lascerebbe disillusi e disperati.
Esistono diversi strumenti che ci possono garantire da tali rischi e generare la separazione perfetta, e altri servizi che comunque, ognuno nel proprio ambito, pongano barriere o limitazioni alle aggressioni.
E’ un obiettivo, un percorso che va professionalmente perseguito e controllato. Siamo disponibili per un confronto e per rispondere a vostre domande senza impegno.

 

Progetti Futuri:
LEADERSHIP FEMMINILE 

Come individui, come professionisti e come azienda sentiamo l’esigenza di portare nella società quell’accoglienza e quella sensibilità proprie dell’universo femminile.
La propensione al confronto, alle lotte di potere e alla finalizzazione agli obiettivi senza le qualità suesposte ci stanno portando a nostro avviso in un vicolo cieco autodistruttivo come modello e paradigma di società.
Abbiamo affrontato il tema insieme alla D.ssa Lucia Fani, cofondatrice di Assocounseling e sua Presidentessa da 9 anni e concordato sul fatto che forse oggi, almeno in Italia, manchi un modello di riferimento, un paradigma, che affermi una Leader Femminile che non assomigli più a una “Uoma” ma a una femminile e determinata “Artemisia”.
Abbiamo convenuto di unire le nostre forze ed esperienze e con la primavera vorremmo creare una serie di eventi aperti a tutte le Donne e non solo, sensibili a tale argomento.
Tali eventi avranno non solo scopo divulgativo ma anche di offrire dei modelli che siano attuali, pro-positivi e perseguibili.
Cercheremo testimonianze credibili in cui riconoscersi e con cui dialogare apertamente, studieremo percorsi di crescita e autoaffermazione.
Crediamo sia arrivato il momento di iniziare a muovere qualcosa e di agire per creare il mondo che vorremmo, lamentarsi e indignarsi va bene per prendere coscienza, ma non porta da nessuna parte.
Sono graditi consigli e suggerimenti.

L’artista del mese

Scarica gratuitamente l'ebook: le 5 trappole da evitare e i 5 pilastri per avere una azienda solida

Please follow and like us:
0

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close